Gara sociale di tiro con l’arco – Catania – Etna Shooting Club

Non di solo krav vive il kravist…ecco perchè ci piace occuparci anche di altro. Come ormai è scritto un po’ ovunque, il nostro proposito è di essere attivi a 360°, quindi che si tratti di scarpinare, lottare o accendere un fuoco sotto la pioggia (ok ora forse si esagera…), noi siamo sempre pronti.
Motivo per cui, la scorsa domenica ci siamo impegnati in una nuova esperienza.
Presso il poligono Etna Shooting Club, che ha avuto la gentilezza di ospitare questa mandria di matti, si è tenuta la prima gara sociale di tiro con l’arco di Etna Defense System.
Organizzata dai nostri master Alberto e Aldo, è stata una giornata all’insegna del divertimento e della sana competizione.
Nessuno di noi era esperto. Anzi alcuni non avevano mai teso un arco ma era proprio quello il proposito. Imparare qualcosa, divertirsi e conoscere i diversi componenti del gruppo. Allenandosi in diverse palestre, non capita spesso di incontrarsi ed ecco perchè è tanto importante creare occasioni in cui ci si può riunire e cementare ancora di più la “famiglia”.

Tornando alla giornata per novelli Robin Hood, siamo stati aiutati da un tempo splendido (maniche corte a iosa) che ha permesso di svolgere tutto alla grande.

Prima un’oretta di basi e poi via alla gara, con risate, frecce che misteriosamente tornavano indietro (alieni? Campi di forza?) e la “dura” sfida (ma va…) tra i vincitori.
Primo premio: Nino Messina
Secondo premio: Luca Scalabrini
Terzo premio: Enrico Munforte

I tre Guglielmo Tell del ventunesimo secolo si sono aggiudicati  tre buoni acquisto per un noto negozio di articoli sportivi perchè si sa, la gloria va bene ma un premio tangibile è anche meglio.

Degno finale della giornata la nostra consueta grigliata mista, perchè va bene lo sport ma anche la  pancia reclama la sua battaglia.

(Per le foto della giornata, cliccate sulla nostra pagina Facebook )

Ad maiora semper!

Silvia Causale

Eventi – Gara sociale di tiro con l’arco

Dicembre porta aria di festa, luci natalizie e abbuffate e, per festeggiare in anticipo, Etna Defense System vi propone un nuovo evento.

Giorno 14 dicembre 2014 si terrà, presso il poligono Etna Shooting Club, una gara sociale di tiro con l’arco, riservata agli iscritti di Etna Defense System, Etna Shooting Club ma, proprio perchè è un evento sociale, anche ai nuovi iscritti.

Per quote d’iscrizione e modalità, potete contattarci liberamente.

Siamo pronti a diventare i nuovi Robin Hood?

etnadefensesystem

Stage con Amnon Darsa

Il 14 gennaio 2012 si è tenuto a Bari, presso il centro sportivo Country Club, uno stage con ospite il maestro Amnon Darsa. Proveniente da Israele, Amnon Darsa è uno dei più importanti istruttori di krav maga a livello internazionale. Nato nel 1973, si è avvicinato al krav maga a tredici anni ed è stato assistente e braccio destro di Eyal Yanilov per quindici anni. Attualmente è istruttore senior presso il Wingate Institute di Netanya.

Probabilmente alcuni considererebbero da folli, finire una lezione di krav maga alle 22 e 30 e mettersi in macchina alle 23, guidare poi per sette ore consecutive, arrivare a destinazione e partecipare ad uno stage di cinque ore, tutto questo senza nessuna pausa. Forse per alcuni sì, è da folli, ma c’è gente che lo fa ed è anche felice e soddisfatta.
Arrivare a Bari non è stato complicato, quasi più difficile trovare il Country Club, situato fuori città, in località S. Caterina. Teatro dello stage: un capannone molto ampio, data l’ottima affluenza di partecipanti. Lì per lì da parte mia c’è stato qualche momento di perplessità, sia per il fatto di non avere molta esperienza e quindi dubbi sull’essere o no in grado di seguire l’allenamento, sia perché pur sapendo benissimo che il krav maga non ha distinzione di sesso o preparazione atletica, c’è sempre il timore dato dal fatto di essere una ragazza. Le donne presenti in totale erano quattro me compresa, ma dopo pochissimi minuti era completamente sparita ogni remora al riguardo.
Lo stage è iniziato in perfetto orario e il maestro Darsa si è subito presentato, grazie all’interprete che traduceva dal francese e talvolta dall’inglese le istruzioni del maestro.
La prima fase è stata di riscaldamento, senza corsa ma con una serie di esercizi specifici, i primi dei quali piuttosto tradizionali, altri più insoliti, almeno all’occhio di un profano.
La seconda fase è stata dedicata all’apprendimento di tecniche di disarmo da minaccia da pistola. A questa tecnica sono seguite: difesa da attacco contro coltello, difesa a terza persona e infine difesa da attacco multiplo.
Il maestro ha spiegato ogni tecnica con assoluta chiarezza, con ripetuti esempi, facendo poi esercitare tutti noi a coppie o a gruppi di tre, osservando e correggendo se il caso, con grande personalità e senza nessuna presunzione, un elemento che ho trovato molto piacevole.
L’unico neo della giornata è stato il clima gelido, che però non è servito per niente a spegnere l’entusiasmo. E’ questo quello che ho apprezzato e che mi ha lasciato felice di aver partecipato a questo stage. Al di là dell’essere super preparati, geni del krav o perfetti neofiti, ciò che ho avvertito nell’aria è l’aver condiviso un’esperienza formativa con altri appassionati e che lascia superare stanchezza o freddo o timore di qualsiasi altra cosa possa interferire.

Silvia Causale

 

Si ringraziano vivamente i miei compagni di viaggio e il maestro Amnon Darsa, nonchè l’intera organizzazione dello stage.