Sei oggetti utili per la difesa personale di cui non sospetteresti mai l’efficacia

Le armi improvvisate

Una parte poco allenata ma molto importante della difesa personale è quella relativa alle cosiddette armi improvvisate. Vuoi perché si attribuisce più enfasi al combattimento fisico, in virtù dei benefici che si ottengono. Vuoi per la difficoltà a reperire oggetti di allenamento che “somigliano” a armi improvvisate, senza però produrne gli effetti lesivi. L’allenamento è per la maggior parte rivolto al combattimento disarmato o con armi classiche.
Tuttavia in caso di aggressione reale l’uso di un comune oggetto come arma può fare la differenza. Un oggetto contundente potrà tranquillamente azzerare differenze fisiche enormi.20160629_171329-1
Sotto riportiamo una serie di oggetti che con opportuni accorgimenti possono essere usati come armi a corta distanza in caso di aggressione. Oltre a quelli sotto riportati esistono altri comuni attrezzi che sapientemente usati possono rivelarsi molto utili ed efficaci in caso di difesa da aggressione.
Precisiamo che il nostro intento è solo esplicativo/accademico, per cui decliniamo ogni responsabilità sull’uso scorretto delle seguenti informazioni sotto.

Lacca spray

Molto più economica, funzionale e “nascosta” del famosissimo spray al peperoncino. Se ne trovano di diverse dimensioni, adattabili alle comuni borse. Una spruzzata sul viso dell’aggressore seguita da un calcio o un altro attacco per ottenere il vantaggio della fuga, si è spesso rivelata una strategia vincente.

Monetine

Oltre al classico utilizzo in macchinette per il caffè e merendine varie, monetine piccole o grandi potrebbero essere utili strumenti in caso di aggressione. Ad esempio, chi ha visto il film Il giustiziere della notte? In questa pellicola c’è un esempio calzante delle monetine come arma improvvisata. Il protagonista, infatti, usa un calzino pieno di monetine per colpire un gruppo di teppisti che lo stavano aggredendo. Si possono usare anche come oggetti proiettile sul viso dell’aggressore per distrarlo prima di sferrare un calcio e scappare.

Un uso inconsueto ma auspicabile sarebbe anche quello di liberarvi di grandi quantità monete da uno o due euro regalandole al sottoscritto, si accettano anche bonifici…

Chiavi/penna

Colpire con la punta di una chiave o penna il braccio dell’aggressore che ci tiene bloccati nella sua presa, risulta molto più efficace e veloce di qualunque tecnica di liberazione studiata. Utilizzare la punta di una chiave per colpire aumenta tantissimo l’effetto contundente di un qualsiasi colpo di mano, senza il rischio di possibili danni all’arto che sferra il colpo.

Ombrello

Un ombrello è un oggetto molto utile per la proprya protezione…soprattutto dalle piogge. Oltre l’uso canonico, esso potrà essere usato come un bastone per parare un attacco da coltello e/o tenere a distanza uno o più aggressori.

Zaino/borsa

Uno zaino/borsa si presta bene come scudo contro eventuali attacchi di coltello/bastone ed è altrettanto efficace come arma per aumentare l’efficacia dei colpi.

Pettine/spazzola rigida

Oggetto quasi immancabile dentro una borsa femminile. Si sfrutta l’azione tagliente dei denti rigidi del pettine. Essi “strisciati” sulla pelle di un aggressore sono capaci di produrre lacerazioni di media entità, utili per ottenere quel tanto sospirato vantaggio per mettersi in salvo.

Con un po’ di fantasia (o istinto di sopravvivenza) ogni oggetto potrà risultare utile per la difesa personale…sottolineo “difesa”.

Alberto Bertino